La relazione Io-Tu

La Relazione Io-Tu

Non esisto io, non esisti tu, ma esistiamo noi nella relazione

MySelf, Via Luca da Reggio 42, Reggio Emilia

Io-Tu è la più celebre opera di Martin Buber filosofo, teologo e pedagogista austriaco del secolo scorso.

Si deve a lui l'idea che la vita è fondamentalmente non-soggettività, bensì intersoggettività, anzi per Buber soggetto e intersoggettività sono complementari, e ne era talmente convinto che non esitò ad affermare: «In principio è la relazione».

Né l'Io né il Tu vivono separatamente, ma essi coesistono nel contesto Io-Tu, antecedente la sfera dell'Io e la sfera del Tu. L'essere umano non può accedere a una dimensione di vita autentica senza entrare nella relazione Io-Tu, confermando così l'alterità dell'altro, che comporta un impegno totale: Io e Tu sono due esseri sovrani, l'uno non cerca di condizionare l'altro né di utilizzarlo.

Secondo Buber l'uomo può vivere senza dialogo, ma chi non ha mai incontrato un Tu non è pienamente un essere umano. Tuttavia, chi si addentra nell'universo del dialogo assume un rischio considerevole dal momento che la relazione Io-Tu esige un'apertura totale dell'Io, esponendosi quindi anche al rischio del rifiuto e al rigetto totale. La realtà soggettiva dell'Io-Tu si radica nel dialogo.

Dove

Sede Myself, Via Luca da Reggio 42, Reggio Emilia.

 

Costo

€ 130 per gli iscritti alla scuola e per chi si iscrive al corso entro il 15 Febbraio, € 150 per i non iscritti e per chi si iscrive al corso dopo il 30 Novembre.

Programma

1° giornata: 16 Marzo 2019 dalle 14.00 alle 19.00

2° giornata: 17 Marzo 2019 dalle 9.00 alle 18.00

 

Docente

Leontina Sassi